Archivi



Camera di Commercio di Isernia: contributi per le imprese per le Pmi

Posted by: redazione | Posted on: gennaio 4th, 2011 | 0 Comments

La Camera di Commercio di Isernia, stanzia euro 137.326,14 per alimentare un micro fondo, destinato alle Pmi locali per la concessione di contributi in forma abbattimento di interessi su micro finanziamenti concessi dagli istituti bancari. Vediamo in rapida sintesi gli aspetti più interessanti del bando.
I soggetti beneficiari dovranno:
– avere sede operativa nella Provincia di Isernia;
– appartenere ad un qualsivoglia settore economico nella forma individuale o collettiva e classificate come micro e piccole imprese.
Saranno privilegiate le imprese di nuova costituzione, composte in maggioranza da giovani fino a 40 anni o da donne oltre a quelle  già esistenti, costituite in maggioranza da giovani fino a 40 anni o da donne, ed iscritte, quali soggetti attivi, nel Registro Imprese della Camera di Commercio.

Accanto ai requisiti oggettivi, occorre la presenza dei seguenti requisiti soggettivi:

– iscrizione presso il Registro Imprese della Camera di Commercio di Isernia con piena regola per ciò che concerne la denuncia di inizio attività al R.E.A.;

– essere in regola con il pagamento del diritto annuale;

– rientrare nei parametri di micro e/o piccole imprese;

– non  trovarsi  in  stato  di  fallimento  concordato  preventivo, amministrazione  controllata o straordinaria, liquidazione coatta amministrativa o volontaria;

– non aver goduto di analoga forma di finanziamento già prevista da analogo bando emanato nel 2010.

Il fondo per il contributo abbattimento interessi potrà essere utilizzato per i finanziamenti catalogati come  micro-crediti nella  forma  tecnica  del prestito  chirografario,  quindi  non  supportato  da  alcuna garanzia reale,  ricevuti a fronte  delle seguenti tipologie di interventi:

  • investimenti e acquisti di scorte (materie prime e/o semilavorati) funzionali all’attività economicoproduttiva,  da realizzarsi nell’ambito del territorio della provincia;
  • consolidamento del debito a breve termine: relativamente quindi  alle passività a breve termine,  comprendendo fra queste tutte le tipologie di finanziamenti  “in  bianco”  (cassa  e  anticipi  import)  e/o  autoliquidanti  (anticipi  ricevute  ed  altri equipollenti – anticipi fatture – anticipi all’export – sconto di portafoglio rateale);
  • riqualificazione organizzativa/gestionale (spese per studi di fattibilità e servizi di consulenza, assistenza specialistica riferiti ai programmi di investimento, formazione in tema di gestione e finanza aziendale. Ed ancora acquisto/adeguamento/rinnovo dei sistemi informatici di gestione dell’azienda (hardware e software), acquisizione di brevetti, erogazione di servizi per realizzazione di siti e sistemi web propri dell’azienda, attivazione di procedure di commercio elettronico)
  • avvio e sostentamento alle imprese  in settori innovativi;
  • ristrutturazione del debito verso terzi (Banche e Fornitori)

Su finanziamenti ottenuti, nel limite massimo di euro 25.000,00 viene concesso un contributo in c/interessi con le seguenti modalità:

– abbattimento degli  interessi  sui  finanziamenti  di  cui  all’art.  5  nella misura  del  75%,  da corrispondere direttamente all’impresa richiedente, al netto della ritenuta del 4% ai sensi dell’art. 28, secondo comma del DPR 600/73, in un’unica soluzione in via anticipata;

– durata del finanziamento concesso o da concedere da parte degli Istituti di credito, sul quale verrà erogata da parte della Camera di Commercio la concessione del contributo  in conto interessi, fino ad un massimo di anni 5.

Qualora l’ammontare complessivo dei contributi richiesti dalle imprese entro il termine di scadenza del bando sia inferiore alla somma disponibile,  la Camera si riserva la possibilità di elevare la misura massima del contributo fino al 100% degli interessi.

Termine ultimo per la scadenza del bando: 15 febbraio 2011

Per visionare il bando integrale clicca qui

Comments are closed.