Archivi



Contratto di rete: non solo imprese ma anche pubblica amministrazione

Posted by: redazione | Posted on: marzo 5th, 2011 | 0 Comments

a cura del dr. Leonardo Lasala – N.D.B.C. srl (Area Direzionale)

Continua il nostro focus sul tema dei CONTRATTI DI RETE recente opportunità legislativa che consente ad una molteplicità di realtà di conseguire obiettivi comuni, usufruendo di facilitazioni fiscali.  In coda a questo approfondimento sono stati segnalati i link relativi a precedenti spunti sul tema.

Il contratto di rete si conferma uno strumento estremamente flessibile e strategico, anche per la Pubblica Amministrazione. Infatti come riportato da numerosi media (clicca qui) ben 30 comuni della Provincia di Varese, hanno utilizzato la recente normativa in questione, per sottoscrivere un impegno serio e duraturo in ambito ecologico, denominata “Progetto Biodiversità”  (clicca qui per visionare il progetto).

L’esempio non è l’unico in Italia, anche se la progettualità è frutto di una ottima progettazione.  Abbiamo contratti di rete nel settore tessile, nel comparto nautico ed in tanti settori di nicchia strategici per l’economia locale.

Ricordiamo che il contratto di rete è un nuovo strumento giuridico che prevede l’opportunità per i partecipanti di sottrarre una quota degli utili, destinata dalle imprese in rete alla realizzazione del programma di investimenti previsto dal contratto e accantonata in apposita riserva al calcolo del reddito imponibile per la durata del programma stesso. Ogni società potrà accantonare al massimo 1.000.000,00 di euro.

Il provvedimento, che copre il periodo che va dal 31 luglio 2010 al 31 dicembre 2013, prevede una dotazione di 48 milioni di euro (20 per il 2011, 14 sia per il 2012 che per il 2013).

Proprio nelle ultime settimane è stata definito da parte governativa, lo schema di decreto ministeriale sugli organismi che dovranno attestare la presenza dei requisiti, previsti dalla norma, da parte delle imprese che si configurano nella rete.

In una recente circolare dell’Agenzia delle Entrate vengono chiariti i benefici fiscali di cui usufruirebbero i partecipanti (clicca qui per la circolare).

E’ evidente dunque come sia per le imprese che per gli Enti si configuri un’importante opportunità di costruire progettualità comuni, mantenendo la propria indipendenza giuridica, economica e patrimoniale.

La Network and Directional Business Consulting srl è in grado di assistere le realtà interessate ad esaminare le opportunità offerte dal nuovo strumento giuridico. Per ulteriori informazioni  info @ ndbc.it (scrivere tutto attaccato – misura anti spam)

ELENCO PRECEDENTI APPROFONDIMENTI

Contratto di rete: una opportunità per il Sud che vuole competere

Contratto di rete: valutazioni fiscali e normativa

Comments are closed.