Archivi



Contributi per nuove imprese: ecco cosa prevede Invitalia

Posted by: redazione | Posted on: dicembre 5th, 2010 | 0 Comments

Sviluppo Italia, realtà ministeriale specializzata nella gestione alla erogazione dei contributi pubblici, prevede una serie di agevolazioni regolate dalla legge 185/00 e della legge 181/00 , diretta a sostenere l’imprenditorialità.

Esistono dunque opportunità di finanziamento per le seguenti tipologie di progetti imprenditoriali:

Produzione di beni o fornitura servizi : possibilità di contributo per le nuove imprese o quelle che hanno già depositato 3 bilanci a condizione che i soci abbiamo tra i 18 ed i 36 anni (maggioranza di quote e numerica) e che la società operi nella produzione di beni o fornitura di servizi come società di capitali. Nel primo caso finanziamento massimo concedibile è di 2.000.000,00 di euro, mentre nel secondo 500.000,00,  così suddivisi: 40% fondo perduto, 60% con interesse agevolato pari al 36% di quello in G.U. da restituire in 10 anni. Necessario a garanzia almeno un 30% del totale investimenti come capitale proprio. Attenzione: il destinatario finale dei beni prodotti o servizi erogati dall’impresa finanziata , deve essere una impresa. Sono dunque escluse le realtà che prevedono come riferimento l’utente finale persona fisica.

Produzione di beni o fornitura servizi: necessità di costituire una società di persone (SAS o SNC) dove il 50% almeno dei soci sia non occupato. Possibile produrre bene o fornire servizi a imprese e/o consumatori. Condizioni finanziamento: 50% fondo perduto , 50% mutuo agevolato. Attenzione. Costituita la società, occorre presentare il progetto. Non si può effettuare attività sinchè il progetto non è stato approvato (durata 6 mesi). Finanziamento max concedibile: 129.000 euro.

Lavoro autonomo: possibile ottenere finanziamenti sino a 25.000 euro per attività commerciali. Condizione essenziale è essere non occupato. In tal caso la forma prevista è quella della ditta individuale. Il progetto va presentato prima ancora di aprire la P.IVA , atto formale che può avvenire solo dopo approvazione progetto (5 mesi media). Finanziamento: 50% fondo perduto , 50% mutuo agevolato ad 1% da restituire in 5 anni.

Franchaising: possibile finanziare le attività del franchaisor e del franchisee se il primo aderisce alla convenzione con Invitalia. Il procedimento è complesso ma consente di avviare una catena commerciale. Fondo perduto 50%

Per ulteriori informazioni è possibile contattare lo staff di N.D.B.C. all’indirizzo:  finanza_aziendale @ ndbc.it (scrivere tutto attaccato – misura anti spam)

Comments are closed.