Dichiarazione dei redditi 2019: vademecum strategico

Consulenti a pieno ritmo per le dichiarazioni dei redditi 2019.  La N.D.B.C. srl attraverso convenzione con esperti intermediari e professionisti è in grado di supportare ogni cliente per la presentazione del documento. Per informazioni e richiesta appuntamento è possibile inviare una email all’indirizzo: informazioni@ndbc.it

Ecco qualche informazione essenziale per i contribuenti.  Rientrano tra i soggetti obbligati alla dichiarazione dei redditi le seguenti categorie:
– titolari di partita IVA anche se nell’anno di riferimento non hanno prodotto redditi;
– soggetti che nel corso dell’anno hanno avuto più di un datore di lavoro, che hanno ricevuto più Certificazioni Uniche e per i quali l’imposta dovuta è superiore a 10,33 euro;
– lavoratori dipendenti che hanno percepito indennità o somme dall’INPS (come la disoccupazione) o da altri enti sulle quali non sono state applicate ritenute;
– lavoratori domestici (colf, badanti e babysitter);
– lavoratori ai quali sono state erogate detrazioni d’imposta o deduzioni dal reddito non dovute (es: bonus Renzi);
– contribuenti che hanno percepito redditi da tassare con imposta sostitutiva;
– contribuenti che hanno percepito redditi soggetti a tassazione separata corrisposti da soggetti non tenuti ad applicare la ritenuta alla fonte a titolo di imposta;
– contribuenti che non hanno pagato nel corso dell’anno le addizionali Irpef comunali e regionali, che verranno quindi calcolate con la dichiarazione dei redditi.

Grande incertezza vi è tra i contribuenti relativamente alla documentazione da consegnare agli esperti per la presentazione delle dichiarazione.  Ecco un elenco sintetico e non esaustivo della docuemtazione essenziale:
– codice fiscale e documento identità del dichiarante e degli eventuali familiari a carico;
– CUD 2019;
– dichiarazione dei redditi anno 2018;
– documentazione relativa a proprietà, usufrutto o possesso immobili;
– documenti che certificano altri redditi (es: lavoro occasionale) ;
– ricevute di versamento modello F24 per acconto IRPEF;
-documenti attestante credito imposta per acquisto prima casa;
– fatture e scontrini relativi a prestazioni mediche o acquisto farmaci;
– documento fiscale relativo a prestazioni di professionisti ;
– spese per ginnastica riabilitativa o correttiva, cure termali (con relativa prescrizione medica);
– spese veterinarie;
– spese attività sportiva dichiarante e familiari a carico;
– documenti relativi ad assicurazioni sulla persona.

I contribuenti sono obbligati a presentare il modello redditi PF 2019 esclusivamente per via telematica, direttamente o tramite intermediario abilitato. La normativa esclude da tale obbligo consentendo la presentazione del modello cartaceo presso gli uffici postali a chi pur possedendo redditi che possono essere dichiarati con il mod. 730, non può presentare il mod. 730 ed a chi pur potendo presentare il mod. 730, debba dichiarare alcuni redditi o comunicare dati utilizzando i relativi quadri del modello Redditi (RM, RT, RW). La possibilità di deposito cartaceo è estesa anche ai soggetti che devono presentare la dichiarazione per conto di contribuenti deceduti

Per ciò che concerne le scadenze ad oggi abbiamo: 30 settembre 2019 per il Modello Redditi PF/SP/SC, Modello 770 e Modello Irap; 23 luglio per il Modello 730 (resta fermo 8 luglio 2019 per il 730 presentato dal sostituto d’imposta).

Condividi questo post!

Info

via Ligorio Pirro 4, 80129 - Napoli IT

+39 081 19807562

informazioni@ndbc.it

 

N.D.B.C. srl
P.Iva 05923921216 / REA: 784616
Cap. Soc. Euro 10.000

Fissa un appuntamento