Incauto credito e tutela del fideiussore: N.D.B.C. lancia un nuovo programma sperimentale

Il comportamento bancario in momenti di crisi aziendale e/o del consumatore, merita un’attenta riflessione.  Sono rarissimi i casi in cui un Istituto di Credito mostra attenzione anche in questo particolare momento di difficoltà aziendale o personale, accentuando i caratteri della crisi con iniziative volte a recuperi immediati e spesso deleteri rispetto a qualsiasi programmazione che potrebbe in alcuni casi riportare l’imprenditore in bonis. Un tema che appare troppo spesso sottovalutato è quello della tutela dell’imprenditore in crisi e del fideiussore proprio in questi momenti, dove tutta la pressione del sistema è inevitabilmente diretta al recupero di quanto potenzialmente in discussione, senza considerare i soventi comportamenti di incauto credito da parte degli Istituti di Credito, che di fatto si rivelano sempre più gli elementi fondanti di una crisi profonda.

Proprio partendo da queste considerazioni la N.D.B.C. ha lanciato un programma sperimentale di analisi delle condizioni contrattuali sottoscritte con banche e finanziarie da parte di  imprenditori e consumatori in crisi, volta a definire le eventuali responsabilità del sistema, ed a tutelare la figura che in ogni crisi è tecnicamente più esposta: il fideiussore.

Secondo Leonardo Lasala – CEO N.D.B.C. <<  l’analisi contrattuale è molto importante soprattutto nei momenti di crisi. Troppo spesso si individuano i “mali contrattuali” in tematiche oramai mature come usura, anatocismo, ius variandi su cui spesso gli Istituti Bancari sono riusciti ad intervenire anche in termini normativi, con sentenze ai limiti del paradossale. Basti pensare alla questione dell’usura sopravvenuta su mutui e finanziamenti oggi tecnicamente e paradossalmente non rilevante. Proprio per questo motivo abbiamo lanciato una campagna di analisi dei contratti bancari e finanziari volti a individuare forme di tutela per i fideiussori e gli imprenditori in crisi.  In questi giorni stiamo stringendo accordi strategici con professionisti di diversi settori, che potranno analizzare i contratti e laddove vi siano gli estremi, contestare ai presunti creditori le indampienze alla base degli accordi.  Sono due gli ostacoli a questa attività: la difficoltà dell’impreditore o del consumatore in crisi ad affrontare realtà forti come le banche e la difficoltà di diversi legali nello studiare nuove forme di difesa del consumatore, uscendo fuori anche dai tradizionali schemi giurisprudenziali. Sin quando difendermo i presunti debitori facendo la conta delle sentenze positive e negative, non saremo mai in grado di cambiare una giurisprudenza molto spesso pro banca. Occorre coraggio, determinazione e capacità di analisi. Proprio partendo da queste premesse e da accordi con professionisti molto preparati, immaginiamo di invertire il trend e di restituire serenità a soggetti vessati da un sistema ingiusto>>.

La Network and Directional Business Consulting opera sull’intero territorio nazionale, forte di un network consolidato in ben 11 anni di attività specialistica nel contenzioso bancario. Per fissare appuntamenti e per valutare con i tecnici le possibili problematiche contrattuali è disponibile l’indirizzo email: informazioni@ndbc.it

Condividi questo post!

Info

via Ligorio Pirro 4, 80129 - Napoli IT

+39 081 19807562

informazioni@ndbc.it

 

N.D.B.C. srl
P.Iva 05923921216 / REA: 784616
Cap. Soc. Euro 10.000

Fissa un appuntamento